Composizioni in lingua Bustocca di Angelo Crespi

Ta auguru tempu (di Angelo Crespi)
Ul dialettu, l’é dré muí ? (di Angelo Crespi)
Buon anno (nonostante la crisi) (di Angelo Crespi)
I fiö da prima... e chi tái da mó (di Angelo Crespi)
Quarantaduesimu da matrimoni (di Angelo Crespi)
U Uratòi (di Angelo Crespi)
A cercu lauá (di Angelo Crespi)
Tempu da Faragustu (di Angelo Crespi)
Sciur Monsciùi (di Angelo Crespi)
Al Regiù daa famèia Büstoca (di Angelo Crespi)
A Madòna du aütu (di Angelo Crespi)
Milanöcéncinquanta... u cumenciá andá a scöa (di Angelo Crespi)
A man mandá in pensiòn (di Angelo Crespi)
Pasqua da resurezion (di Angelo Crespi)
14 Febrár (di Angelo Crespi)
Carneval (di Angelo Crespi)
Giöbia (di Angelo Crespi)
Natal (di Angelo Crespi)
A mé prima dunaziòn (di Angelo Crespi)


Angelo Crespi è più di un autore. Angelo è un vero co-produttore di queste pagine. Oltre alle opere che mi ha mandato e che sono pubblicate in queste pagine, ha svolto una opera straordinaria digitalizzando tutto il materiale che ho poi utilizzato per pubblicare il Dizionario, che, piano piano, sto mettendo "online".
Le sue opere sono scritte in un bustocco decisamente "giaviniano" nella grafìa. Egli parla con disinvoltura di fatti moderni e di fatti antichi, mettendo sempre l'accento sulle cose buone e non mancando di stigmatizzare i difetti di certi eccessi dell'era moderna.
E' un autore che merita un esame attento, ed una lettura calma e ripetuta. Le sue opere emergono - per così dire - un po' alla volta.
Nelle sue opere, come è facile notare ad una anche semplice lettura, emerge un profondo radicamento ai valori che hanno fatto di Busto una citta grande: Fede, lavoro, sincerità

Pagina principale