Articoli e notizie di carattere storico, culturale, tradizionale bustocco

-
-
Letteratura bustocca (Di E. Candiani)
-
Uso del dialetto: fermata l'emorragia
-
Difesa del Bustocco: Una battaglia d'avangardia!
-
E' una lingua viva !
-
E' una lingua molto particolare, anzi unica !
-
Alessandro Manzoni ed il genocidio culturale
-
Uno scempio contro il Bustocco
-
Genocidio culturale
-
Siccità, fame e cannibalismo a Busto
-
Il Fiume di Busto Arsizio - il Tenore di E. Candiani
-
Prima edizione fiera del tessile (1951) di Enrico Candiani
-
Soprannomi a Busto Arsizio e soprusi di menti ottuse di C. Azimonti
-
Storia della Contea di Busto Arsizio
-
Il vino bustocco
-
La storia di Sacconago
-
Federico Barbarossa passò da Sacconago di G. Grilli
-
Sacconago: vita nel 1500 di G. Grilli
-
1636: Sacconago e le soldataglie Francesi di G. Grilli
-
Storia di parroci di Sacconago nel '600 di G. Grilli
-
Storie sparse antiche di Sacconago di G. Grilli
-
Cineteatro Lux anni '50 di G. Grilli
-
Storia del "Quadrelli" di Elena Saporetti
-
La fine del comune di Sacconago di G. Grilli
-
Ottanta anni fa a Sacconago di G. Grilli
-
La Cascina dei poveri dal club del '45
-
Laslo Kubala a Busto di Giorgio Giacomelli
-
Le origini del calcio a Sacconago di Giorgio Giacomelli
-
Scorci di una Busto che fu: il Bar Fiume di Giorgio Giacomelli
-
A rincorrere un pallone per le campagne di Busto di Giorgio Giacomelli
-
Calcio anni '40 di Giorgio Giacomelli
-
Pro Patria-Carrarese - 1947 di G. Giacomelli
-
Contratti per bestie ! di Giorgio Giacomelli
-
Storia del "Pan Tramvai" di Giorgio Giacomelli
-
La "Ca' de Sass" in un articolo del 19 (Di E. Candiani)
-
A scarpa di Remagi
-
La spizigüa
-
La storia della Giöbia
-
La Giöbia dal club del '45
-
La giöbia di Busto Arsizio negli anni
-
La giöbia e ul dì scenen di Carlo Azimonti
-
San Biásu di Enrico
-
Quaresimali e quaresimalisti a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Pasqua a Busto di Carlo Azzimonti
-
La pasqua ricordata dai nostri vecchi
-
Pasqua ... una volta
-
Madonna in Veronca: la 'mitezza' dei Bustocchi
-
A funzión di galüghi di Enrico
-
La processione di maggio e la benedizione dei campi di C. Azimonti
-
Antiche usanze alla festa di San Giovanni a Busto
-
Festa patronale di Sacconago di Ginetto Grilli
-
Ricordi della Chiesa vecchia di Sacconago di G. Grilli
-
Quando era estate a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Coltivazione e raccolta del mais
-
Busto: terra di vino di Enrico
-
San Michele e gli sfratti di Enrico
-
Le ombre dei morti di Enrico
-
A lòta du ursu di Carlo Azimonti
-
I strji da Büsti di Carlo Azimonti
-
Ul ventu e i strji di Carlo Azimonti
-
Il Natale a Busto Arsizio
-
Il pranzo di Natale
-
Filosofia del Natale dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Filosofia del bere dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Modi di dire
-
Proverbi Bustocchi - I (di A. Crespi)
-
Proverbi "bustocchizzati (di A. Crespi)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - I (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - II (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - III (di C. Azimonti)
-
La corruzione elettorale (di C. Azimonti)
-
Filosofia del lavoro dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Medicina e cure mediche a Busto Arsizio
-
Parlèm da dané ! di Carlo Solbiati
-
Puasén da Monscia ! di Carlo Solbiati
-
Il Senatore Silvio Crespi di Giorgio Giacomelli
-
La Marialonga di Sacconago di Ginetto Grilli
-
La "società degli stupidi" di Sacconago da "La Prealpina" - 1964
-
Ul Farascén e ul Pisagügi di Carlo Solbiati
-
Salotto Bustese anni '50" di Giorgio Giacomelli
-
Stelle Filanti anno 1950" di Giorgio Giacomelli
-
L'ultimo viaggio di Carlo Azimonti" di Giorgio Giacomelli
-
Bruno Bisterzo, pugile Bustese di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, il "baffo" di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, parte 2^ di Giorgio Giacomelli
-
L'osteria dul Murlacu di G. Giacomelli
-
L'associazione "in tra da nögn"
-
A Camana dul Vitoriu (video)
-

 Storia della Tessitura Quadrelli di Sacconago

La storia della tessitura Quadrelli a Sacconago



21 novembre 2009

Buongiorno....
Chi le scrive non è propriamente una sinaghina e tantomeno una bustocca "DOC" . Non lo erano i miei genitori e neppure i miei nonni, ma forse sono, tra tutti loro, colei cha abitato più a lungo a Sacconago: quasi 40 anni....
Di recente ho visto per caso su Internet l'articolo scritto da lei qualche anno fa in occasione della demolizione dello stabilimento Quadrelli ed ho pensato, dopo qualche esitazione, di scriverle anche la mia testimonianza personale.

L'edificio fu acquistato da mio nonno Guglielmo Quadrelli all'inizio del "900 per insediarvi la sua attività, produzione di tessuti per uso industriale che, anche dopo la sua scomparsa, si protrasse per svariati decenni fino alle soglie del 2000.
A metà degli anni '50 mia madre e mio padre, medico parmigiano, nei primi anni di permanenza a Sacconago fecero effettuare radicali lavori di ristrutturazione dello stabile per migliorarne l'abitabilità, il decoro e ne fecero ampliare i volumi per adeguarlo alle necessità della nuova famiglia.
"Ul Quadrèli" divenne allora un po' un simbolo del centro di Sacconago, anche perché vi ruotava intorno una sorta di microcosmo brulicante di persone e mezzi che vi entravano ed uscivano ogni giorno. Dalle 6.30 alle 21.30 gli operai, la maggior parte dei quali arrivavano sul posto a piedi o in bicicletta, passavano dall'entrata laterale di Via Statuto, mentre dal portone principale transitavano tutti gli altri: gli impiegati, i fornitori, i dirigenti, ed ovviamente io e la mia famiglia.

Per tanti lunghissimi anni, la mia vita da ragazza è stata scandita dalla sirena dell'inizio e della fine dei turni di lavoro... dalle voci, il più delle volte urlate, delle maestranze che dovevano imporsi sul rumore dei telai... dai "botti" delle grosse pezze che venivano fatte cadere a terra dai camion quando ancora non esistevano i carrelli elevatori.

E questo faceva ormai a tal punto parte della mia vita quotidiana che quando le luci dell'opificio si spegnevano al termine dell'ultimo turno di lavoro della giornata e la piazza ritornava silenziosa, quasi ne sentivo la mancanza e pensavo al giorno seguente quando finalmente tutto sarebbe ricominciato....

La Quadrelli di Sacconago, conosciuta in tutto il Paese per la produzione dei suoi articoli tessili, in quasi settant' anni di attività è stata non solo sostentamento e fonte di benessere economico per molte decine di persone, ma anche una specie di grande famiglia per i rapporti umani tra le varie categorie sociali che ne facevano parte.
Un solo, grande rammarico: che il piano regolatore del Comune di Busto Arsizio non abbia incluso l'area nella zona di recupero conservativo.

Sic transit gloria mundi....

Con i migliori saluti

Elena Saporetti



altre lettere di lettori