Articoli e notizie di carattere storico, culturale, tradizionale bustocco

-
-
Letteratura bustocca (Di E. Candiani)
-
Uso del dialetto: fermata l'emorragia
-
Difesa del Bustocco: Una battaglia d'avangardia!
-
E' una lingua viva !
-
E' una lingua molto particolare, anzi unica !
-
Alessandro Manzoni ed il genocidio culturale
-
Uno scempio contro il Bustocco
-
Genocidio culturale
-
Siccità, fame e cannibalismo a Busto
-
Il Fiume di Busto Arsizio - il Tenore di E. Candiani
-
Prima edizione fiera del tessile (1951) di Enrico Candiani
-
Soprannomi a Busto Arsizio e soprusi di menti ottuse di C. Azimonti
-
Storia della Contea di Busto Arsizio
-
Il vino bustocco
-
La storia di Sacconago
-
Federico Barbarossa passò da Sacconago di G. Grilli
-
Sacconago: vita nel 1500 di G. Grilli
-
1636: Sacconago e le soldataglie Francesi di G. Grilli
-
Storia di parroci di Sacconago nel '600 di G. Grilli
-
Storie sparse antiche di Sacconago di G. Grilli
-
Cineteatro Lux anni '50 di G. Grilli
-
Storia del "Quadrelli" di Elena Saporetti
-
La fine del comune di Sacconago di G. Grilli
-
Ottanta anni fa a Sacconago di G. Grilli
-
La Cascina dei poveri dal club del '45
-
Laslo Kubala a Busto di Giorgio Giacomelli
-
Le origini del calcio a Sacconago di Giorgio Giacomelli
-
Scorci di una Busto che fu: il Bar Fiume di Giorgio Giacomelli
-
A rincorrere un pallone per le campagne di Busto di Giorgio Giacomelli
-
Calcio anni '40 di Giorgio Giacomelli
-
Pro Patria-Carrarese - 1947 di G. Giacomelli
-
Contratti per bestie ! di Giorgio Giacomelli
-
Storia del "Pan Tramvai" di Giorgio Giacomelli
-
La "Ca' de Sass" in un articolo del 19 (Di E. Candiani)
-
A scarpa di Remagi
-
La spizigüa
-
La storia della Giöbia
-
La Giöbia dal club del '45
-
La giöbia di Busto Arsizio negli anni
-
La giöbia e ul dì scenen di Carlo Azimonti
-
San Biásu di Enrico
-
Quaresimali e quaresimalisti a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Pasqua a Busto di Carlo Azzimonti
-
La pasqua ricordata dai nostri vecchi
-
Pasqua ... una volta
-
Madonna in Veronca: la 'mitezza' dei Bustocchi
-
A funzión di galüghi di Enrico
-
La processione di maggio e la benedizione dei campi di C. Azimonti
-
Antiche usanze alla festa di San Giovanni a Busto
-
Festa patronale di Sacconago di Ginetto Grilli
-
Ricordi della Chiesa vecchia di Sacconago di G. Grilli
-
Quando era estate a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Coltivazione e raccolta del mais
-
Busto: terra di vino di Enrico
-
San Michele e gli sfratti di Enrico
-
Le ombre dei morti di Enrico
-
A lòta du ursu di Carlo Azimonti
-
I strji da Büsti di Carlo Azimonti
-
Ul ventu e i strji di Carlo Azimonti
-
Il Natale a Busto Arsizio
-
Il pranzo di Natale
-
Filosofia del Natale dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Filosofia del bere dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Modi di dire
-
Proverbi Bustocchi - I (di A. Crespi)
-
Proverbi "bustocchizzati (di A. Crespi)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - I (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - II (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - III (di C. Azimonti)
-
La corruzione elettorale (di C. Azimonti)
-
Filosofia del lavoro dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Medicina e cure mediche a Busto Arsizio
-
Parlèm da dané ! di Carlo Solbiati
-
Puasén da Monscia ! di Carlo Solbiati
-
Il Senatore Silvio Crespi di Giorgio Giacomelli
-
La Marialonga di Sacconago di Ginetto Grilli
-
La "società degli stupidi" di Sacconago da "La Prealpina" - 1964
-
Ul Farascén e ul Pisagügi di Carlo Solbiati
-
Salotto Bustese anni '50" di Giorgio Giacomelli
-
Stelle Filanti anno 1950" di Giorgio Giacomelli
-
L'ultimo viaggio di Carlo Azimonti" di Giorgio Giacomelli
-
Bruno Bisterzo, pugile Bustese di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, il "baffo" di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, parte 2^ di Giorgio Giacomelli
-
L'osteria dul Murlacu di G. Giacomelli
-
L'associazione "in tra da nögn"
-
A Camana dul Vitoriu (video)
-

 San Michele e gli sfratti a Busto Arsizio

San Miché



Quando sfratti e affitti eran roba certa


San Michele ricorre a fine settembre, il 29 e a questa data, da sempre, nel mondo agricolo era legata una doppia scadenza: quella del pagamento degli affitti e quella dell’esecuzione degli sfratti.
Fra i tenti modi di dire, infatti, è rimasto quello di “Ué, a sé dré a fá san Miché”, per intendere che devi o stai per cambiar posto. Anche chi, comunque, non era sfrattato, doveva pagare la pigione, tutta in una volta, nel medesimo momento in cui bisognava approvvigionarsi della legna per l’inverno. Insomma, era un momentaccio per le poco laute finanze familiari, e così il nome del Santo era spesso abbinato a moccoli di rusticana memoria.
Del resto, San Michele, oltre ad essere ricorrenza terrena poco raccomandabile, è anche divinità molto temibile, dato che con suo spadone è pronto non solo a difendere la fede, ma anche a punire i peccatori.

Così era forte l’invocazione a che al santo “sa pudéssi sturtághi un mumentén a balanza, in manéa che un quintal da pecái al peséssi dumá un éttu”. In tal modo, ‘stortando’ la bilancia, un quintale di peccati avrebbe pesato solo un etto, e le speranze di salvezza sarebbero state maggiori. Ma San Michele non è Santo che si lasci commuovere o piegare.
E così erano gli “ufficiali giudiziari” di una volta. Se si doveva sfrattare, non c’erano storie, figli, malattia che tenesse, e si doveva andar via.
Forse forse, ma solo forse, rimpiangiamo quei momenti in cui le leggi eran certo dure, ma – appunto – certe !

Liberamente tratto e interpretato da: Giornate Bustocche



Altri articoli di storia