Articoli e notizie di carattere storico, culturale, tradizionale bustocco

-
-
L'inno ufficile del carnevale bustese (1939) (Di E. Candiani)
-
Letteratura bustocca (Di E. Candiani)
-
Uso del dialetto: fermata l'emorragia
-
Difesa del Bustocco: Una battaglia d'avangardia!
-
E' una lingua viva !
-
E' una lingua molto particolare, anzi unica !
-
Alessandro Manzoni ed il genocidio culturale
-
Uno scempio contro il Bustocco
-
Genocidio culturale
-
Siccità, fame e cannibalismo a Busto
-
Il Fiume di Busto Arsizio - il Tenore di E. Candiani
-
Prima edizione fiera del tessile (1951) di Enrico Candiani
-
Soprannomi a Busto Arsizio e soprusi di menti ottuse di C. Azimonti
-
Storia della Contea di Busto Arsizio
-
Il vino bustocco
-
La storia di Sacconago
-
Federico Barbarossa passò da Sacconago di G. Grilli
-
Sacconago: vita nel 1500 di G. Grilli
-
1636: Sacconago e le soldataglie Francesi di G. Grilli
-
Storia di parroci di Sacconago nel '600 di G. Grilli
-
Storie sparse antiche di Sacconago di G. Grilli
-
Cineteatro Lux anni '50 di G. Grilli
-
Storia del "Quadrelli" di Elena Saporetti
-
La fine del comune di Sacconago di G. Grilli
-
Ottanta anni fa a Sacconago di G. Grilli
-
La Cascina dei poveri dal club del '45
-
Laslo Kubala a Busto di Giorgio Giacomelli
-
Le origini del calcio a Sacconago di Giorgio Giacomelli
-
Scorci di una Busto che fu: il Bar Fiume di Giorgio Giacomelli
-
A rincorrere un pallone per le campagne di Busto di Giorgio Giacomelli
-
Calcio anni '40 di Giorgio Giacomelli
-
Pro Patria-Carrarese - 1947 di G. Giacomelli
-
Contratti per bestie ! di Giorgio Giacomelli
-
Storia del "Pan Tramvai" di Giorgio Giacomelli
-
La "Ca' de Sass" in un articolo del 19 (Di E. Candiani)
-
A scarpa di Remagi
-
La spizigüa
-
La storia della Giöbia
-
La Giöbia dal club del '45
-
La giöbia di Busto Arsizio negli anni
-
La giöbia e ul dì scenen di Carlo Azimonti
-
A Madona candiöa di Carlo Azimonti
-
San Biásu di Enrico
-
Quaresimali e quaresimalisti a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Pasqua a Busto di Carlo Azzimonti
-
La pasqua ricordata dai nostri vecchi
-
Pasqua ... una volta
-
Madonna in Veronca: la 'mitezza' dei Bustocchi
-
A funzión di galüghi di Enrico
-
I Madonn di ciochi - La processione di maggio e la benedizione dei campi di C. Azimonti
-
Antiche usanze alla festa di San Giovanni a Busto
-
Festa patronale di Sacconago di Ginetto Grilli
-
Ricordi della Chiesa vecchia di Sacconago di G. Grilli
-
Quando era estate a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Coltivazione e raccolta del mais
-
Busto: terra di vino di Enrico
-
San Michele e gli sfratti di Enrico
-
Le ombre dei morti di Enrico
-
A lòta du ursu di Carlo Azimonti
-
I strji da Büsti di Carlo Azimonti
-
Ul ventu e i strji di Carlo Azimonti
-
Il Natale a Busto Arsizio
-
Il pranzo di Natale
-
Filosofia del Natale dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Filosofia del bere dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Modi di dire
-
Proverbi Bustocchi - I (di A. Crespi)
-
Proverbi "bustocchizzati (di A. Crespi)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - I (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - II (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - III (di C. Azimonti)
-
La corruzione elettorale (di C. Azimonti)
-
Filosofia del lavoro dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Medicina e cure mediche a Busto Arsizio
-
Parlèm da dané ! di Carlo Solbiati
-
Puasén da Monscia ! di Carlo Solbiati
-
Il Senatore Silvio Crespi di Giorgio Giacomelli
-
La Marialonga di Sacconago di Ginetto Grilli
-
La "società degli stupidi" di Sacconago da "La Prealpina" - 1964
-
Ul Farascén e ul Pisagügi di Carlo Solbiati
-
Salotto Bustese anni '50" di Giorgio Giacomelli
-
Stelle Filanti anno 1950" di Giorgio Giacomelli
-
I cittadini benemeriti di Busto Arsizio di Angelo Crespi
-
L'ultimo viaggio di Carlo Azimonti" di Giorgio Giacomelli
-
Bruno Bisterzo, pugile Bustese di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, il "baffo" di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, parte 2^ di Giorgio Giacomelli
-
L'osteria dul Murlacu di G. Giacomelli
-
L'associazione "in tra da nögn"
-
A Camana dul Vitoriu (video)
-

 Proverbi Bustocchi Proverbi Bustocchi

PROVERBI MILANESI "BUSTOCCHIZZATI"



Da un calendario milanese del 2014, pubblichiamo un estratto dei più significativi, tradotti in bustocco e con corrisponente significato in lingua italica.
Raccolta, idea, traduzione e digitalizzazione di Angelo Crespi.


  • Omm in pensión, dona in presón
  • Uomo in pensione, donna in prigione
  • Se hin nó fraschi hin föj
  • Se non sono frasche sono foglie
  • L’interessi al gh’ha nè pà ne mama
  • L’interesse non ha ne padre ne madre
  • A l’usèl ingurdu gha s’ciopa ul gòssu
  • All’uccello ingordo gli scoppia il gozzo
  • Candu s’è perdú l’ünui, s’è perdú nagùta sa gh’è vanzà i dané
  • Quando si è perduto l’onore, non si è perduto niente se ci sono rimasti i soldi
  • Chi l’é in pulitica, al pensa che tüci i ròban
  • Chi è in politica, pensa che tutti rubino
  • Nèss che parlà má, l’è mèi tasé
  • Piuttosto che parlare male, è meglio tacere
  • Sa ta vanza ul cöi me chel d’un fiö, te saé un gran-om
  • È un grande un uomo colui che non perde il suo cuore di bambino
  • A dona sa la tasi la crepa
  • La donna se tace muore
  • ‘Na ciaia d’ou la dervissi tüci i porti
  • Con il denaro si aprono tutte le porte
  • Mangia bei e tasi, e vivi in santa pasi
  • Mangia bevi e taci, e vivi in santa pace
  • Dal prá la vegn l’erba, dal cü la vegn a merda
  • Dal prato viene l’erba, dal culo viene la merda
  • Sa fa prima a mètagal in dul cü che mètagal in dul cö
  • Si fa prima a pestarglielo nel posteriore che metterglielo in testa
  • L’é mèi èssi un grassu servu che un magar padrón
  • È meglio essere un buon servitore che un magro imprenditore
  • Ul bén dul padrón, l’é teme ul ven in dul fiascu: incoeu l’é bón duman l’é guastu
  • La riconoscenza del padrone è come il vino nel fiasco: oggi è buono, domani è guasto
  • Lauá cun sü i guanti, l’é tème lepá a .... cun sü i müdanti
  • Lavorare con su i guanti, è come leccare la .... con su le mutande
  • Dané, donn e amicizia gha scepán ul col a giustizia
  • Soldi, donne e amicizia le rompono il collo alla giustizia
  • Carta parla, vilan dorma
  • Con un documento scritto anche il contadino può stare tranquillo
  • Donn e melón, furtünà chi i ha truái bón
  • Donne e meloni fortunato chi li ha trovati buoni
  • L’amùi, a fiama, a tússi sa fan cugnùssi
  • L’amore, la fiamma, la tosse si fanno conoscere
  • I ültam a ‘ndà in gésa, in i prim a gnì fóa
  • Gli ultimi ad entrare in chiesa sono i primi ad uscire
  • Ul tempu lu édi nissögn, ul lauá lu édan tüci
  • Il tempo non lo vede nessuno il lavoro lo vedono tutti
  • Sa cuméncia a dá consili bón, candu gh’em pü l’età par dà cativi esempi
  • Si comincia a dare buoni consigli quando non si ha più l’età di dare cattivo esempio
  • I dané in banca hin teme ul dentifricio: facil da tiá föa, ma dificil par rimetal dentar
  • I soldi in banca sono come il dentrifricio: facile da far uscire, ma difficile da rimettere dentro
  • I difeti, i vègnan dopu i cunfeti
  • I difetti, vengono dopo i confetti
  • L’è mej stüfu che stracu
  • È meglio stufo che stanco
  • O par ul có o par a cùa sumeian tüci a quei da cà sua
  • O per la testa o per la coda tutti assomigliano ai propri parenti
  • U aqua la fa má, lu béan dumà a genti du uspedá
  • L’acqua fa male, la bevono solo i malati dell’ospedale
  • Le mei muí da fregiu che lauá per ciapá cóldu
  • È meglio morire per il freddo che lavorare per prendere caldo
  • Cun calma e a vaselina, anca ul tóru l’ha inculà a gaína
  • Con calma e vaselina, perfino il toro sodomizza la gallina
  • Ul vén e i dòn, i tián scemu l’omm
  • Il vino e le donne fanno perdere la testa agli uomini
  • Se l’invidia la füssi ‘na malatia, tüci al mondu gh’havrían
  • Se l’invidia fosse una malattia, tutto il mondo l’avrebbe
  • A mèssa l’é lónga candu a devuzión l’é cörta
  • La messa è lunga quando la devozione è corta
  • Fa tème l’Isacu cha la strasciá ‘na camísa per giüstá ‘l sácu
  • Fa come Isacco che straccia la camicia per aggiustare un sacco
  • I erúr dul dutúr van suta tèra senza fa rumúr
  • Gli errori del dottore vanno sotto terra senza fare rumore
  • I amísi hin chèi cha ti gh’he in sacògia
  • Gli amici sono quelli che hai in tasca (i soldi)
  • Centu có, centu crápi; centu cü, duséntu ciapi, ma centu qualità da merda
  • Cento teste, cento cervelli; cento culi, duecento chiappe, ma cento qualità di merda
  • Mangia pocu, mangia pián, camina va luntán, a ti síi sempar alégar sa te öi sta san
  • Mangia poco, mangia piano, cammina vai lontano, sii sempre allegro se vuoi star sano
  • Candu gh’é furtüna, gh’é tanti amisi, candu gh’é disgrazi, in tüci nemisi
  • Quando c’è la fortuna ci sono sempre tanti amici, quando arriva la disgrazia, sono tutti nemici