Articoli e notizie di carattere storico, culturale, tradizionale bustocco

-
-
Letteratura bustocca (Di E. Candiani)
-
Uso del dialetto: fermata l'emorragia
-
Difesa del Bustocco: Una battaglia d'avangardia!
-
E' una lingua viva !
-
E' una lingua molto particolare, anzi unica !
-
Alessandro Manzoni ed il genocidio culturale
-
Uno scempio contro il Bustocco
-
Genocidio culturale
-
Siccità, fame e cannibalismo a Busto
-
Il Fiume di Busto Arsizio - il Tenore di E. Candiani
-
Prima edizione fiera del tessile (1951) di Enrico Candiani
-
Soprannomi a Busto Arsizio e soprusi di menti ottuse di C. Azimonti
-
Storia della Contea di Busto Arsizio
-
Il vino bustocco
-
La storia di Sacconago
-
Federico Barbarossa passò da Sacconago di G. Grilli
-
Sacconago: vita nel 1500 di G. Grilli
-
1636: Sacconago e le soldataglie Francesi di G. Grilli
-
Storia di parroci di Sacconago nel '600 di G. Grilli
-
Storie sparse antiche di Sacconago di G. Grilli
-
Cineteatro Lux anni '50 di G. Grilli
-
Storia del "Quadrelli" di Elena Saporetti
-
La fine del comune di Sacconago di G. Grilli
-
Ottanta anni fa a Sacconago di G. Grilli
-
La Cascina dei poveri dal club del '45
-
Laslo Kubala a Busto di Giorgio Giacomelli
-
Le origini del calcio a Sacconago di Giorgio Giacomelli
-
Scorci di una Busto che fu: il Bar Fiume di Giorgio Giacomelli
-
A rincorrere un pallone per le campagne di Busto di Giorgio Giacomelli
-
Calcio anni '40 di Giorgio Giacomelli
-
Pro Patria-Carrarese - 1947 di G. Giacomelli
-
Contratti per bestie ! di Giorgio Giacomelli
-
Storia del "Pan Tramvai" di Giorgio Giacomelli
-
La "Ca' de Sass" in un articolo del 19 (Di E. Candiani)
-
A scarpa di Remagi
-
La spizigüa
-
La storia della Giöbia
-
La Giöbia dal club del '45
-
La giöbia di Busto Arsizio negli anni
-
La giöbia e ul dì scenen di Carlo Azimonti
-
San Biásu di Enrico
-
Quaresimali e quaresimalisti a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Pasqua a Busto di Carlo Azzimonti
-
La pasqua ricordata dai nostri vecchi
-
Pasqua ... una volta
-
Madonna in Veronca: la 'mitezza' dei Bustocchi
-
A funzión di galüghi di Enrico
-
La processione di maggio e la benedizione dei campi di C. Azimonti
-
Antiche usanze alla festa di San Giovanni a Busto
-
Festa patronale di Sacconago di Ginetto Grilli
-
Ricordi della Chiesa vecchia di Sacconago di G. Grilli
-
Quando era estate a Sacconago di Ginetto Grilli
-
Coltivazione e raccolta del mais
-
Busto: terra di vino di Enrico
-
San Michele e gli sfratti di Enrico
-
Le ombre dei morti di Enrico
-
A lòta du ursu di Carlo Azimonti
-
I strji da Büsti di Carlo Azimonti
-
Ul ventu e i strji di Carlo Azimonti
-
Il Natale a Busto Arsizio
-
Il pranzo di Natale
-
Filosofia del Natale dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Filosofia del bere dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Modi di dire
-
Proverbi Bustocchi - I (di A. Crespi)
-
Proverbi "bustocchizzati (di A. Crespi)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - I (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - II (di C. Azimonti)
-
La cultura del buonumore a Busto Arsizio - III (di C. Azimonti)
-
La corruzione elettorale (di C. Azimonti)
-
Filosofia del lavoro dalle nostre parti (di G. Grilli)
-
Medicina e cure mediche a Busto Arsizio
-
Parlèm da dané ! di Carlo Solbiati
-
Puasén da Monscia ! di Carlo Solbiati
-
Il Senatore Silvio Crespi di Giorgio Giacomelli
-
La Marialonga di Sacconago di Ginetto Grilli
-
La "società degli stupidi" di Sacconago da "La Prealpina" - 1964
-
Ul Farascén e ul Pisagügi di Carlo Solbiati
-
Salotto Bustese anni '50" di Giorgio Giacomelli
-
Stelle Filanti anno 1950" di Giorgio Giacomelli
-
L'ultimo viaggio di Carlo Azimonti" di Giorgio Giacomelli
-
Bruno Bisterzo, pugile Bustese di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, il "baffo" di Giorgio Giacomelli
-
Angelo Borri, parte 2^ di Giorgio Giacomelli
-
L'osteria dul Murlacu di G. Giacomelli
-
L'associazione "in tra da nögn"
-
A Camana dul Vitoriu (video)
-

Le associazioni del buonumore a Busto Arsizio - 3 Il "club del buonumore" e la In bocca al lupo

Nell'ultimo nostro articolo sulle locali societ d'allegria, abbiamo fatto invito alle societ involontariamente dimenticate a farsi note, per completare la nostra rassegna. Si fatto avanti per primo il Club del Buonumore, il quale, bench abbia poco pi di un anno di vita ha gi svolto una notevole attivit, veramente degna di lode. L'insegna di per se stessa, indica le intenzioni antimusellone, senza contare che il buonumore una cura preventiva contro ogni sorta di acidit fisica ed intellettuale.
Il Club del Buonumore costituisce un complesso di buoni amici che amano vivere in societ. Nel suo seno questo complesso ha un gruppo musicale e artistico, il quale ha gi organizzato spettacoli molto apprezzati presso i sanatori di Busto Arsizio, di Varese, di Cuasso al Monte e di Milano Vialba.
Il Club ha gi distribuito migliaia di lire in beneficenza a istituti cittadini e di altre localit. La societ ha un suo gagliardetto color viola con iscrizione in oro. I soci bevono ciascuno nella propria tazza, della quale ognuno tenuto alla massima cura. Lo statuto contempla una disposizione molto geniale ed opportunissima. Viene multato quel socio che solleva discussioni viziose ed inutili, comunque capaci di far perdere il buonumore, che deve sempre regnare sovrano.
Al Club del Buonumore molti auguri.
La In bocca al lupo una societ di difficile definizione e di difficilissimo riferimento.
una societ sul generis, senza una sede fissa, che opera beneficamente ed ogni tanto i soci si incontrano a lieto simposio, per guardarsi in faccia e per assicurarsi de visu che tutti gli aderenti sono ancora al mondo.
L'insegna sociale data da una medaglia, che ciascun socio possiede. Reca sul reclo la testa di un magnifico esemplare di lupo; un lupo sorridente, un lupo fondamentalmente buono, un lupo francescano, cui piace stare in lieta compagnia. Sul verso della medaglia ci sono due posate incrociate ed intorno le parole dell'unico articolo dello statuto che suona cos: Essere galantuomini. Gli altri articoli sono superflui.
La medaglia colla testa del lupo, appesa alla catena dell'orologio, serve da pendolo radioestesico e segnala infallantemente la presenza del menagramo, in modo che ciascuno sa come regolarsi.
certamente un peccato di orgoglio quello di autoproclamarsi galantuomo. Verissimo.
Un socio fondatore di questa societ, composta del resto di un limitatissimo numero di soci, mi ha garantito sulla sua parola d'onore, che uno, prima di venire in possesso della testa del lupo, deve passare e ripassare al vaglio di tutti i componenti, e se uno dovesse successivamente sgarrare capirebbe da se stesso che quella dei galantuomini non pi la sua compagnia.
Nel caso degli In bocca al lupo, non la societ che opera per la beneficenza; ma sono i soci che, operando per la beneficenza, acquistano annualmente la tessera morale per continuare a far parte del sodalizio.
In bocca al lupo

Carlo Azimonti - La Prealpina Domenica 11 luglio 1948