San Carlo - di Luigi Caldiroli - poesia dialettale in Bustocco

In da a piazta da San Crlu


(Luigi Caldiroli)
Sut un tectu bssu da a piazta
un d pina da vita e m dumbra,
dannzi a chl cha rsta da a crusta
dun pr San Crlu rtu, in cumpagna
di so angiati in gu maruci,
in cil gha sga na bla Madunna.
Smrta la gurda a brsci spalanci
in sca lrga e crta mantelna,
l snza grnda a vvi in duna pna,
a pingi chi bi d, chndu da sa
a ga cura a gnti pa a nuna.
M s c rti, crpi, banduni,
la crca un po da s, tta sbiada
par gdi in psi i so pr d cnti.
Sotto un tettuccio basso della piazzetta
un tempo piena di vita e ora di ombra,
davanti a quel che resta della crocetta
di un povero San Carlo rotto, in compagnia
dei suoi angioletti attorno malmessi,
in cielo vola una bella madonnina.
Smorta guarda con le braccia spalancate
in veste larga e corta mantellina,
l senza gronda che vive in modo penoso,
a piangere quei bei giorni, quando di sera
correva la gente per la novena.
Adesso su case rotte, piene di crepe, abbandonate,
cerca un po di sole, tutta sbiadita
per godersi in pace i suoi poveri giorni ormai contati.


Altre composizioni di Luigi Caldiroli