Indice autori bustocchi

Candiani Enrico
I mesi dell'anno (di E. Crespi)
Angelo Azzimonti
Carlo Azimonti
Giuseppe Azzimonti
Luciana Azzimonti
Roberto Azzimonti
Giovanni Bandera
Maria Giovanna Basaglia
Gigi Bolla
A. Bottigelli
E. Bottigelli
Luigi Caldiroli
Mario Candiani
Michele Candiani
Flavio Candiani
Memorie di vita di Gino Candiani
Angelo Crespi
Enrico Crespi
Gaetano Crespi
Maria Graza Daverio
Teodoro Frontini
Gianni Fusetti
Giuseppe Gabri
G. Giacomelli
G. Giornazzi
Bruno Grampa
Maurina Grampa
Ginetto Grilli
Fulvio Lamperti
Carlo Lobi
Carla Mocchetti
Luigi Mocchetti
R. Petrucelli
Marinella Pozzi
Cristina Puricelli
Mariolino Rimoldi
Alfredo Solbiati
Rita Stefanoni
Paolo Stelluti
Antonella Tosi
Pietro Tosi
Marco Torretta
Altri

 Composizioni in Bustocco di Angelo Crespi Composizioni in lingua Bustocca di Angelo Crespi

A mama di Büstochi (di A.Crespi ed E. Candiani)
Proverbi Italiani... finì in Büstocu (di Angelo Crespi)
Ta auguru tempu (di Angelo Crespi)
Ul dialettu, l’é dré muí ? (di Angelo Crespi)
Buon anno (nonostante la crisi) (di Angelo Crespi)
I fiö da prima... e chi tái da mó (di Angelo Crespi)
Quarantaduesimu da matrimoni (di Angelo Crespi)
U Uratòi (di Angelo Crespi)
A cercu lauá (di Angelo Crespi)
Tempu da Faragustu (di Angelo Crespi)
Sciur Monsciùi (di Angelo Crespi)
Al Regiù daa famèia Büstoca (di Angelo Crespi)
A Madòna du aütu (di Angelo Crespi)
Milanöcéncinquanta... u cumenciá andá a scöa (di Angelo Crespi)
A man mandá in pensiòn (di Angelo Crespi)
Pasqua da resurezion (di Angelo Crespi)
14 Febrár (di Angelo Crespi)
Carneval (di Angelo Crespi)
Giöbia (di Angelo Crespi)
Natal (di Angelo Crespi)
A mé prima dunaziòn (di Angelo Crespi)


Angelo Crespi è più di un autore. Angelo è un vero co-produttore di queste pagine. Oltre alle opere che mi ha mandato e che sono pubblicate in queste pagine, ha svolto una opera straordinaria digitalizzando tutto il materiale che ho poi utilizzato per pubblicare il Dizionario, che, piano piano, sto mettendo "online".
Le sue opere sono scritte in un bustocco decisamente "giaviniano" nella grafìa. Egli parla con disinvoltura di fatti moderni e di fatti antichi, mettendo sempre l'accento sulle cose buone e non mancando di stigmatizzare i difetti di certi eccessi dell'era moderna.
E' un autore che merita un esame attento, ed una lettura calma e ripetuta. Le sue opere emergono - per così dire - un po' alla volta.
Nelle sue opere, come è facile notare ad una anche semplice lettura, emerge un profondo radicamento ai valori che hanno fatto di Busto una citta grande: Fede, lavoro, sincerità

Pagina principale