Pulti, fasö e verzi

Stufare una cipolla affettata sottile e una verza chiara sfogliata e tritata. Aggiungere due cucchiai di olio d’oliva extravergine, indi aggiungere acqua, un osso spugnoso di manzo, due cotenne di maiale, 300 gr. di fagioli bianchi di Spagna.
Quando il tutto giunge a bollitura, si aggiunge un bel pezzo di lardo tritato non troppo fine, uno spicchio d'aglio e un ciuffo di prezzemolo. Infine: salare a correzione giusta, se serve.
Una volta cotte le verze e i fagioli, si aggiunge a pioggia un pugno di semolino di grano duro (che sostituisce oggi l'originale previsto dalla ricetta, ossia la faina di farro !) fino ad addensare il tutto in una polentina molto molle. Aggiungere formaggio grattato e pepare abbondantemente.
Mettere tutto in una scodella e coprire fino a che si forma una sottile pellicola sulla quale, al momento di consumare il pasto, ciascuno metterà, come d'usanza, una croce di olio d’oliva vergine, in segno di ringraziamento al Signore.

Tratto ed ispirato Dalla ricetta del Magistero dei Bruscitti




Altre ricette