Aquilone - di Carla Mocchetti - Bustocco

IN DUL SILENZIU DAA NOCI (Nel silenzio della notte)


Candu, vlta s in cil,
a lna la ta guarda
e shin smurzi i frecassi
e tt al tasi,

seta s na cadrga,
ul corpu stracu,
ul c pugi s a man,
i gi gri,

in dun bumbsu da silenziu
al parla ul ci.
Ta gn in menti i d beati da giuent,
tta a t vita, chi cha gh p.

E na lacrima sa ferma
l, sl cantn di gi.
Te capissi non sa l na lacrima dami
da duli .. da nustalgia .

o na lacrima da malincunia.


Quando, alta in cielo,
la luna ti guarda
e si sono smorzati i fracassi
e tutto tace,

seduta su una sedia,
il corpo stanco,
la testa appoggiata sulla mano
gli occhi pesanti,

in un silenzio ovattato
il cuore parla.
Ti viene in mente dei giorni beati della giovent
tutta la tua vita e chi non c' pi.

E una lacrima si ferma
l sull'angolo degli occhi.
Non capisci pi se sia una lacrima d'amore...
di dolore .... di nostalgia ...

o una lacrima di malinconia,



Carla Mocchetti


Altre composizioni di Carla Mocchetti