Pasta e fasö

A gha vör i fasö burloti sechi, da meti a bagn tüta noci; pondatera bianchi, panscéta quadra stagiunà. A sa schìscia pulidu i pondatera lessi, e anca un po da fasö par fa na pultiglia spessa. Sa fa büi in acua e pocu sa. Dentu a pasta a didà, mèi tegnila un po spessa. Un chaivögn al dröa anca ul bröu lingéu inveci du acua, parché al vanza püse sauì.

Si usano i borlotti secchi da mettere a bagno tutta la notte precedente: patate bianche, pancetta quadra ben stagionata. Si schiacciano bene le patate lessate e anche un po di fagioli in modo da fare una poltiglia spessa. Si fa bollire l'acqua con poco sale. Dentro la pasta a ditali, meglio tenerla piuttosto spessa. Qualcuno adopera il brodo leggere invece dell'acqua perché è più saporito.


Altre ricette