Chiesa della Madonna in Campagna a Sacconago - di Mariolino Rimoldi - Bustocco

MADONA IN CAMPAGNA DA SINAGU




Dassùa da chi bèi löghi pién da spíghi
'na capeléta la valza n'campanén
quasi riparu pa 'n vegiu cuntadén
par ripusás da tüt i só fadíghi.

L'é bèla da sintí a so campanèla
che in altalèna a la dumanda a génti
par saludà a Madona in di muménti
che lüsi e zandalìn a lo fan bèla.

'Na sia da magiu dananzi al to cancèl
a ma paéa che tütu l'éa puesia:
i rondan, ul rusái, a lüna, i stèll,

e po sintéu un coru d'angiaìti
cantá cuntenti e fassi cumpagnia
tacá a sto gesiö di sinaghiti..


Sopra quei bei luoghi pieni di spighe
Una cappelletta alza un campani letto
Quasi riparo per un vecchio contadino
Per riposarsi da tutte le fatiche.

E’ bella da sentire la sua campanella
Che in altalena chiama la gente
Per salutare la Madonna nei momenti
In cui luci e decorazioni la rendon bella.

Una sera di maggio davanti al tuo cancello
Mi sembrava che tutto era poesia:
le rondini, il rosario, la luna, le stelle,

e poi sentivo un coro di angioletti
cantar contenti e farsi compagnia
vicino a sta chiesetta dei Sinaghini.



Mariolino Rimoldi


Altre composizioni di Mariolino Rimoldi