INTANTU CHA SPECIU 'L NATAL

Na piànta da pén caegá
da baléti culuá,
ul prensèpiu in d'un canton
e scundü in daa scighéa
un léciu biancu da fioca
al cuèrta a tèra indurmentá.

A réntu al camén
paesàn stráchi
i sgránan ul rusái.

I passan isvèltu
i dí püssé bèi;
dörmi balén,
dumàn l'é Natal.

Ma in chest'ann s'é smursá na candìa
e inturnu al táu
na cadréga l'é vöia.

Vüna da pü


MENTRE ASPETTO IN NATALE

Una pianta di pino carica
di palline colorate,
un presepe in un angolo
e, nascosto nell anebbia,
un letto bianco di neve
copre la terra addormentata

Vicino al camino
contadini stanchi
sgranano il rosario.

Passano veloci
i giorni più belli;
dormi tesoro,
domani è Natale.

Ma quest'anno si è spenta una candela
e attorno al tavolo
una sedia è vuota

Una di più

Mariolino Rimoldi




Altre composizioni di Mariolino Rimoldi