Risotu cunt a lüganiga

In duna pügnata d'alüminiu sa fa dislenguà ul büteu e, par chi cha a gha piasi, a sciugua e u ai. Par me cöntu scigua e ai i trasan tütu il saùi. Sa ciapa a lüganiga (non chèla cun dentu i prufüm da erbabona!) e la sa sfragüia dentu un po in dul cundimentu. Ul resto dentu a tucheti. Dentu ul risu, mes büceu da ven, bröu da chel bon (non chel di dadi !) e pö trüsà cunt ul cügià da legn !

In una pentola di alluminio si fa sciogliere del burro e, per chi piace, si fa soffrigere cipolla ed aglio. Per mio conto, cipolla e aglio alterano tutto il sapore. Si prende la lüganiga non quella con dentro i semi di finocchio !) e la si sgrana nel condimento. Il resto, invece, si butta dentro a pezzetti. Dentro il riso, mezzo bicchiere di vino, brodo di quello buono (non di dado !) e poi mescolare con il cucchiaio di legno !


Altre ricette