I morti viventi ?

L’altra storia che mi raccontava mio nonno che una sera sono andati, lui e un altro amico a Bienate per mangiare la formagella e i salamini (probabilmente eravamo intorno al 1875) (*), al ritorno (sempre a piedi) e di notte inoltrata, dopo la camminata e di fronte all’attuale cimitero si sono sentiti il bisogno di urinare e si sono messi a farla proprio vicino al muricciolo.

Si era in piena estate faceva molto caldo e i seppellitori lavoravano di notte a scavare le tombe. Un bel momento uno di loro a voce alta esclama ! “Chissà che ore sono ?” – Beh, una voce dall’interno risponde: “sono le due”. A quel punto i due amici sono scappati di corsa fermandosi solo a Sacconago con fuori la lingua dallo spavento. Solo il giorno dopo hanno potuto sapere che chi ha risposto dall’interno era il “seteramorti”.

Gino Candiani

(*) La data qui indicata da Gino non è sicuramente corretta, posto che l'attuale cimitero venne realizzato solo ad inizio '900


Episodio precedente - Episodio successivo

Indice delle memorie di Gino