Usanze di bordo


Un fatto un po comico

Sotto forma di intermezzo per alleviare un po’ il susseguirsi incondizionato di tutti quei guai, già passati e futuri, vi racconto qui un fatterello, per sollevare un po’ il morale. Quel nostro peschereccio - dragamine non era molto grande: sala macchine, dormitorio, una piccola cucina, e un piccolo gabinetto in coperta sul lato destro della paratìa di legno.
A dirla breve, un giorno, in navigazione, mi scappava, e quel piccolo gabinetto era occupato, sicchè io scelsi la regola che sempre si usava. Così: giù i calzoni, mi sedetti sulla paratia mettendo il posteriore fuoribordo. Non ho avuto il tempo di finirla, risparmiando la carta igienica, poiché una tremenda ondata mi ha regalato un servizio completo.

Gino Candiani

Episodio precedente - Episodio successivo

Indice delle memorie di Gino